Viaggi complicati

“Cercasi uomini: per una spedizione pericolosa. Bassa paga, freddo pungente, lunghi mesi nella più completa oscurità, pericolo costante, nessuna garanzia di ritorno. Onori e riconoscimenti in caso di successo”

Ernest Shackleton (forse)


Le due navi più robuste e moderne che la Marina Britannica possa offrire. Un capitano di provata esperienza artica (tanto provata che i maligni lo hanno ribattezzato “l’uomo che si mangiò gli stivali”, dopo una marcia della speranza nella costa settentrionale del Canada in cui, effettivamente, era stato ridotto a nutrirsi di licheni e del cuoio delle sue scarpe). Più di cento marinai, un team di scienziati e strumenti scientifici di prim’ordine e una missione storica: scoprire il passaggio a Nord Ovest e disegnare uno degli ultimi spazi bianchi rimasti sulla carta geografico, il circolo polare artico.
La Erebus e la Terror sono salpate il 19 maggio 1845 e non sono mai più tornate, inghiottite dai ghiacci eterni, lasciandosi dietro uno dei misteri più complicati e affascinanti della storia delle esplorazioni, polari e non solo.

Per celebrare l’uscita italiana de “Il mistero dell’Erebus”, l’ultima fatica letteraria di Michael Palin (sì, proprio lui, quello dei Monty Python) ecco una cinquina di titoli gelidamente artici. Mi raccomando le muffole.

Michael Palin: Il mistero dell’Erebus
Agli ordini dell’Ammiragliato britannico, nel maggio del 1845 il capitano Sir John Franklin salì a bordo di una nave perfettamente equipaggiata per una spedizione della durata di tre anni alla ricerca del Passaggio a Nord-ovest: ventiquattro ufficiali e centodieci uomini a bordo. Fu l’inizio di uno dei peggiori disastri nella storia delle esplorazioni artiche.

Dan Simmons: The terror
Raccontando e reinventando la storia vera della spedizione Franklin, Dan Simmons crea un ibrido letterario perfettamente riuscito, che fonde ricerca storica, romanzo horror e narrazione mitologica, lasciando con il fiato sospeso fino all’epilogo geniale e imprevedibile.

Sten Nadolny: La scoperta della lentezza
A dieci anni, John Franklin, colui che sarà destinato a diventare uno dei più grandi esploratori artici inglesi, non riesce ancora ad afferrare la palla che gli lanciano i compagni. Eppure riflette, accumula nella memoria, costruisce dentro di sé, lentissimamente, una sicurezza incrollabile.

Ursula Le Guin: Il Diario della Rosa
Una piccola puntata in Antartide in compagnia di Ursula Le Guin, che in uno dei racconti che compongono questa antologia immagina una spedizione composta tutta da donne che agli albori del Novecento, zitta zitta, se ne va a conquistare il Polo Sud prima di tutti gli altri. Ma la terra, può appartenere a qualcuno?

Jeanne Willis: Poli opposti
Tutti sanno che i pinguini vivono al Polo Sud e gli orsi polari al Polo Nord – ma cosa accadrebbe se un giorno una famiglia di pinguini in gita per un picnic si perdesse proprio nel polo opposto?! Quando la sfortunata famiglia Sardina si trova catapultata al Polo Nord, il signor Candido, un orso polare gentile e altruista, corre in loro soccorso pronto a guidarli fino a casa. Da 3 anni

Che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.